La pizza è un cibo che unisce il mondo.

È un alimento semplice, ma allo stesso tempo versatile e ricco di sapore. È un piatto che può essere gustato da persone di tutte le età, culture e provenienze.

La pizza ha origini antiche e complesse.

Pensate che si ritiene che sia nata in Medio Oriente, ma è stata poi diffusa in tutto il mondo, diventando uno dei cibi più popolari.

Oggi la pizza è un’industria multimilionaria.

È un settore in continua crescita, che genera profitti e posti di lavoro in tutto il mondo.

In questo articolo, ripercorreremo la storia della pizza, analizzeremo i nuovi trend del settore e forniremo dati e statistiche.

La Storia

Le origini della pizza sono antiche e complesse.

Si narra che la pizza sia nata in Medio Oriente, dove veniva consumata come cibo per i lavoratori.

I primi riferimenti alla pizza sono stati ritrovati in alcuni testi antichi, risalenti al VII secolo a.C. In questi testi, la pizza viene descritta come una focaccia condita con olio, erbe e spezie.

La pizza si diffuse in Europa nel corso del Medioevo.

In Italia, invece, iniziò a fare capolino a partire dal XV secolo.

Ma è dal XIX secolo, che la pizza napoletana iniziò a conquistare il mondo.

La storia narra che, nel 1889, la regina Margherita di Savoia visitò Napoli e rimase così colpita dalla pizza che ne ordinò una per sé.

La pizza che le fu servita era una pizza con pomodoro, mozzarella e basilico. Questa pizza fu ribattezzata “pizza Margherita” proprio in suo onore.

La pizza Margherita divenne rapidamente popolare in tutto il mondo.

Nel corso del XX secolo, si diffuse in tutti i continenti.

Oggi la pizza è uno dei cibi più popolari al mondo.

È un piatto che può essere gustato da persone di tutte le età, culture e provenienze.

La pizza è considerato un cibo di tendenza,  è un mercato innovativo e raffinato.

Le pizzerie gourmet sono ricercate tanto quanto un ristorante stellato.

Il settore è in continua evoluzione.

Negli ultimi anni, si sono affermati alcuni nuovi trend che stanno cambiando il modo in cui la pizza viene consumata, ma anche preparata.

Parliamo ad esempio di una pizza gourmet di eccellenza  preparata con ingredienti di alta qualità e con tecniche di cottura e preparazione super innovative.

Tra le farciture più in tendenza troviamo la crescita della pizza vegana e la moltitudine di preparazione a base vegetale.

Mozzarella di riso o anacardi, creme di verdure, humus, verdure di stagione fermentate, essiccate e altri prodotti vegetali.

La pizza vegana, lo ricordiamo,  è una pizza preparata senza ingredienti di origine animale.

Le pizze diventano quindi delle opere d’arte e l’impasto si apre a nuove frontiere.

Siamo nel cuore pulsante della pizza moderna.

Non è più solo una questione di margherita o peperoni; la pizza è diventata una tela per chef creativi che giocano con ingredienti insoliti e combinazioni audaci.

Abbiamo pizze gourmet con formaggi esotici, base di cavolfiore per i più attenti alla salute, e persino pizze dolci con cioccolato e frutta.

Le nuove frontiere dell’impasto non sono da meno.

Dalle basi classiche alle versioni senza glutine, al carbone attivo, siamo in una vera e propria rivoluzione.

E non dimentichiamoci delle pizze al taglio, diventate icona di street food in molte città del mondo.

L’ultimo olimpo delle pizzerie “stellate”?

La pizza personalizzata, praticamente un po’ come griffare un capo di alta moda.

Nel tempo della personalizzazione estrema, scegliere i propri gusti è un po’ come firmare una collezione.

I consumatori sono sempre più esigenti e vogliono poter personalizzare la pizza secondo i propri gusti nonostante la lista sia a volte interminabile (Ma vuoi mettere comparire con il proprio nome sul menù?)

Diamo un’occhiata a qualche dato e statistica

Nel 2023, il mercato globale della pizza ha raggiunto un valore di 128,5 miliardi di dollari.

Secondo le stime di Mark Up, nel 2023 il mercato della pizza in Italia ha raggiunto un valore di 15 miliardi di euro, con una crescita del 4,2% rispetto all’anno precedente.

Di questo valore, 12,6 miliardi di euro sono stati generati dalla vendita di pizza fresca, mentre 2,4 miliardi di euro dalla vendita di pizza surgelata.

L’Italia è il paese con il più alto consumo di pizza al mondo, con circa 3 miliardi di pizze consumate ogni anno.

La pizza è un settore in continua crescita in Italia, e si prevede che il mercato continuerà a crescere nei prossimi anni.

Ecco alcuni dati che mettono in evidenza l’importanza dell’industria della pizza in Italia:

  • Ci sono circa 121.500 pizzerie in Italia, di cui il 70% è gestito da imprese familiari.
  • L’industria della pizza impiega circa 300.000 persone.
  • La pizza è un pilastro dell’economia italiana, e contribuisce al PIL nazionale per circa 3,5 miliardi di euro.

E’ il paese con il più alto consumo di pizza al mondo.

Nel 2023, gli italiani hanno consumato circa 3 miliardi di pizze.

Gli Stati Uniti sono il secondo paese con il più alto consumo di pizza al mondo.

Nel 2023, gli americani hanno consumato circa 2,5 miliardi di pizze.

La pizza è un alimento che genera profitti e posti di lavoro in tutto il mondo.

Pensate che nel 2023, l’industria della pizza ha generato circa 4 milioni di posti di lavoro in tutto il mondo.

Possiamo proprio affermare che la pizza è un alimento che non smette mai di stupirci.

È un piatto che si reinventa continuamente, adattandosi ai nuovi gusti e alle nuove tendenze, non è da stupirsi quindi che sia anche uno dei cibi in delivery più quotato.

Non ci dimentichiamo che gli è stato assegnato anche il titolo di Patrimonio dell’Unesco (Come dargli torto?).

Vi viene in mente un modo per rendere la pizza e i suoi trend ancora più popolari?

Attraverso i social media che giocano un ruolo fondamentale in questa rivoluzione e corsa alla pizza più istagrammabile.

Sai che #Pizza è uno dei trend più popolari su Instagram, con milioni di foto condivise ogni giorno?

Dai video di impasti ipnotici alle immagini di pizze gourmet, il mondo social è un trampolino per la pizza verso la fama globale.

Volevo celebrare con voi il #WorldPizzaDay con un inno alla pizza in tutto il suo splendore e sapore, spero di esserci riuscita.

Da Napoli al resto del mondo, la pizza continua a evolversi, a sorprenderci e a deliziarci in ogni forma immaginabile.

Che tu sia un tradizionalista o un avventuriero culinario, la pizza è pronta ad accoglierti nel suo mondo saporito e appagante e ampiamente inclusivo.

In questo articolo, ho solo graffiato la superficie di un universo vasto e delizioso.

Il mondo della pizza è in costante fermento, con chef innovativi, nuove tecniche di cottura e sapori sempre più audaci.

La cosa più importante da ricordare?

La pizza non è solo un pasto, è un’esperienza, un’emozione e, a volte, una vera e propria opera d’arte.

Quindi, sollevate il vostro pezzo preferito in onore del #WorldPizzaDay e godiamoci insieme questo patrimonio globale che continua a portare gioia e soddisfazione a milioni di persone in tutto il mondo.

Buon #WorldPizzaDay a tutti, e che la pizza sia con voi!