In questo articolo si parla di “Benessere a Tavola” e lo faccio raccontandovi una delle tante proposte di format realizzate per gli hotel.

Nell’esempio che vi porto siamo a Bellaria, il format si chiama” i mercoledi del benessere” ed è stato ideato da me intorno al 2015, verteva principalmente sulla cucina vegetale.

Con il Villa Claudia abbiamo lavorato diversi anni vista la oro determinazione nel raggiungere due ambiziosi diktat: sostenibilità e proposte vegetali.

Guidare un talk sulla scelta veg non è proprio cosa facile, servono una grande conoscenza e altrettanta sensibilità. Il pubblico è abbastanza variegato e come si sa, l’argomento divide.

Come esperta di alimentazione vegana e food specialist mi sono occupata della conferenza .

Il titolo dell’incontro è stato: “Parliamo di alimentazione vegana”, era il 2016 e ancora il veganesimo non era così di moda, quindi attirò l’attenzione di numerosi ospiti, sia residenti che turisti, che erano curiosi di scoprire i segreti di questa cucina salutare e gustosa. (Dato che avevano avuto l’opportunità di assaggiarla anche in hotel grazie ai miei menù).

La struttura alberghiera, nota per la sua attenzione verso i turisti vegani, si era anche classificata tra i primi dieci hotel vegani secondo la prestigiosa piattaforma Trivago.

L’evento è stato inserito in un progetto più ampio promosso da Legambiente Turismo, che puntava a sensibilizzare sulle tematiche del benessere e dell’alimentazione sana.

La mia passione  per la cucina vegetale, è ben nota, quindi fui felice di approfondire i vantaggi dell’alimentazione vegana non solo per il controllo del peso, ma anche per il diabete, il colesterolo e le malattie autoimmuni.

La serata fu un vero successo: il pubblico era completamente rapito dalle mie parole.

Il mio punto forte durante i talk è quello di usare uno stile informale ma professionale, molto empatico e in grado di mettere a proprio agio la platea grazie ad un linguaggio facilmente comprensibile anche per chi non proviene dall’ambiente scientifico.

Spiegare  i principi fondamentali della cucina vegana e gli effetti positivi che ha sulla salute è stata una bella sfida soprattutto per la tipologia di pubblico, non più giovanissimo e quindi con abitudini e gusti ben consolidati.

Durante la tavola rotonda, i partecipanti hanno avuto modo di condividere le loro esperienze e chiarire  dubbi, creando un’atmosfera di collaborativa e di scoperta.

Qui eravamo agli albori di questo progetto che poi negli anni ha assunto varie forme e si è arricchito di ulteriori informazioni e competenze che ho acquisito negli anni specializzandomi anche in nutraceutica.

Dicono di me:

“Il suo approccio trasversale coinvolgeva altri professionisti del settore, tutti accomunati dal desiderio di promuovere uno stile di vita sano e consapevole.

Ogni appuntamento era dedicato a un tema specifico, dalla cucina vegana alla meditazione, dallo yoga alla mindfulness. Gli ospiti potevano godere di una serie di eventi e format di eduteinment, capaci di insegnare piccole pillole di benessere in modo coinvolgente e divertente.

La Di Giambattista, con la sua vasta conoscenza in campo nutrizionale e naturopatico, si era guadagnata il rispetto del pubblico e delle strutture che la ospitavano. Ogni incontro era un’esperienza unica, arricchita dalle diverse competenze dei professionisti coinvolti.”

Ti lascio un breve estratto di San Marino RTV che racconta questa esperienza ai suoi telespettatori. Lo puoi leggere qui 

La cucina vegana può essere una vera leva di marketing per la struttura, in grado di attrarre non solo i turisti vegani, ma anche coloro che sono curiosi di scoprire nuove e salutari abitudini alimentari.

Non solo.

Ad oggi è fondamentale parlare di inclusione alimentare, è necessario quindi formarsi come imprenditore per cambiare l’accoglienza ed essere preparati a far fronte alle nuove esigenze.

In un’epoca in cui il benessere e la salute sono sempre più al centro delle nostre vite, rivolgersi ad una food specialist e nutritional cooking  rappresentava un reale elemento differenziante per ogni struttura alberghiera.

Creare eventi unici e coinvolgenti permettono di amplificare la propria  proposta culinaria renderla concreta e apprezzata, portando una ventata di freschezza nel panorama dell’ospitalità.