Quando la RETE diventa un mosaico

Ogni tassello crea bellezza.

“Immagino un mondo in cui il mosaico delle nostre diversità renda tutto più affascinante"

Voglio iniziare questo mio articolo partendo proprio da questa citazione di Fabrizio

Caramagna, uno degli autori più citati negli aforismi e che è stato definito “ricercatore di

meraviglie” .

In queste settimane ho avuto la fortuna di vedere da vicino un compositore di Mosaici e,

mentre lui era impegnato nella ricerca di ogni singolo tassello con un’assoluta attenzione

ad ogni gesto, la mia mente ha fatto delle associazioni particolari, che ho piacere di

condividere con chiunque abbia voglia di leggere e fornirmi il “suo tassello” prezioso di

questa visione.

 

Realizzazione di un mosaico

La parola Mosaico mi torna spesso e, facendo qualche ricerca, la ritroviamo

frequentemente nel Turismo come arte, cultura, espressione di bellezza, peculiarità ed

unicità.

E qual è il legame fra Rete e Mosaico?

“La Rete è un intreccio di maglie – più o meno fitte – che richiama la funzione della

cattura e il Mosaico è una tecnica policroma ottenuta mediante l’utilizzo di frammenti di

materiali di diversa natura fatti anche di oro e pietre preziose”, come ci dice il buon

Wikipedia.

Lascio a voi l’approfondimento su tutta la storicità, poiché – qui – desidero che ci siano

solo “spunti di Riflessione”.

La peculiarità della composizione di un Mosaico è che, come supporto, c’è proprio

una RETE che consente di raccogliere tutti i tasselli unici, con forme precise e utili alla

costruzione dell’immagine completa.

Quando si costruisce una RETE d’IMPRESA il passaggio essenziale è scegliere la

BASE che “cattura” le innumerevoli opportunità che il territorio offre e costruire, con tempo pazienza ed esperienza, ogni singolo tassello che serve per la costruzione del

progetto.

L’artista che ho osservato al lavoro sull’opera che stava riproducendo lo faceva con

maestria, dandosi il tempo di capire se quello era il posto giusto per quel tassello e, ad ogni pezzettino inserito, riguardava l’INSIEME per vedere che tutto fosse bello e in armonia.

Questo mi ha ricordato la fantastica ricerca della MERAVIGLIA, che tanto fa

discutere nel mondo del Turismo.

 

Non sono un’artista mosaicista, ma trovo che questa tecnica abbia tantissime assonanze con la costruzione di una Rete d’impresa funzionale per creare valore, ricercare

peculiarità e promuovere il proprio territorio.

Ogni elemento intercetta dell’opportunità che – da solo – non sarebbe in grado di gestire, le pone sul tavolo dell’operatività, ed inizia la ricerca del singolo “elemento” che

possa contribuire – facendo il suo – alla composizione dell’opera più grande che spesso in ambito manageriale viene definito come l’obiettivo da raggiungere.

Nel corso della relazione capita che il tassello si sposti, si scolli, non si incastri

perfettamente o vada proprio sostituito, perché ha un altro spazio più appropriato.

 

Intanto il progetto prende forma.

 

Ci sono momenti in cui posizioni il tassello, quelli in cui osservi se funziona.

Questi elementi hanno tanto a che vedere con la costruzione di una strategia e con le varie tattiche di realizzazione.

Il punto di arrivo è chiarissimo, delineato e condiviso con le parti.

Guardi il disegno, che si vuole compiere, ed è esattamente quello scritto in quel foglio, che racchiudi i passaggi e le azioni da compiere.

E piano piano il supporto della Rete crea il meraviglioso Mosaico che osservi da lontano e capisci che tutto è funzionale, armonioso e bello proprio perché nell’unicità c’è una parte di tutti ben rappresentata ed amalgamata con cura ed attenzione.

Ho cercato di esprimere, con un pochino di arte, il lavoro di costruzione che un manager di Rete svolge quando i Retisti conoscono i loro desiderata e cercano come farlo INSIEME.

La tecnica si fonde con l’armonizzazione e il riconoscimento di ogni singola persona che deve essere rappresentata e occupare il proprio ruolo facendo la cosa migliore che può fare.

E la bellezza si ritrova anche mentre si compie il percorso di realizzazione, perché le

persone, a differenza dei tasselli, parlano, ispirano, si muovono e creano.

Ho iniziato con un aforisma importante e vi saluto con una citazione – tratta dal film Rain Man 

 

"Tu guarda sempre l’insieme delle cose perché se guardi ogni singolo pezzo anche un mosaico non ti sembrerà poi così bello."

A tutti i “mosaicisti” di Rete buon lavoro, spero di vedere presto tutte le Vostre Opere

compiute.