Il Vero Gusto del Viaggio: La Cucina, il Cuore delle Vacanze Estive

È finalmente arrivato il momento tanto atteso dell’anno: l’estate, tempo di viaggi e scoperte.

E sai una cosa?

Per ben 5,5 milioni di persone, tra cui la sottoscritta, c’è un elemento che è il vero perno delle vacanze: la cucina!

Che tu sia un  foodie incallito o semplicemente ami lasciarti sedurre dai sapori e dai profumi del territorio, non c’è modo migliore di esplorare un luogo se non attraverso il cibo e il vino.

Seri un imprenditore dell’ospitalità segui bene i numeri che seguiranno.

I dati parlano chiaro e lo conferma la sesta edizione del Rapporto sul Turismo Enogastronomico italiano.

Secondo i dati di questo studio, nel 2023 ben 9,6 milioni di italiani hanno compiuto almeno un viaggio motivati principalmente dalla voglia di assaporare delizie culinarie e scoprire vini prelibati.

Che dire? Non si può certo biasimarli!

L’Europa intera sembra essere d’accordo , visto che i dati raccolti dalla European Travel Commission mostrano un trend positivo in tutta le regioni.

Ma cosa fanno davvero gli amanti del cibo in viaggio?

Ben il 94% di noi si dedica con piacere a esperienze culinarie nei ristoranti locali, alla ricerca di sapori autentici e ricette tradizionali.

Ecco, io sono uno di quelle che gira mezzo mondo per trovare l’ingrediente autoctono migliore e da raccontare.

Ma non è finita qui.

Il 74% non può resistere alla tentazione di visitare luoghi di produzione, come cantine, caseifici, birrifici e mercati, per scoprire il vero segreto dietro le eccellenze del territorio.

E chi non vorrebbe fare un salto in una cantina e degustare i migliori vini locali accompagnati da stuzzichini prelibati?

La passione per il cibo non si ferma qui: il 60% partecipa a eventi enogastronomici, feste e sagre locali che rendono le vacanze ancora più speciali.

Cosa c’è di meglio di immergersi nella cultura di un luogo, magari ballando al ritmo di musica tradizionale e gustando piatti tipici preparati con amore e tradizione?

Ma non crediate che ci si accontenti solo di assaggiare, siamo avventurieri del gusto!

Il 54% si avventura in proposte attive come degustazioni, corsi di cucina e cooking class, per portare un pezzo di questa esperienza culinaria a casa e deliziare i nostri amici con piatti indimenticabili e anche un po’ instagrammabili.

Infine, il 48% opta per itinerari a tema, seguendo il profumo del cibo e del vino per scoprire i segreti delle tradizioni locali.

Insomma, la cucina è molto più di una semplice necessità fisiologica: è un viaggio emozionante e coinvolgente, un’avventura per il palato e per lo spirito.

E tu, sei pronto a partire per una vacanza all’insegna del gusto?

Ti aspettano esperienze indimenticabili, anche in una semplice gita fuoriporta, paesaggi mozzafiato e, soprattutto, un mondo di sapori da scoprire e amare. 

Ora mi rivolgo a te caro imprenditore dell’ospitalità, hai idea del potenziale? Hai preso nota di questi numeri?

Ora tocca a te!

La concorrenza non dorme, testa, cerca, prova e costruisce esperienze con i professionisti, fallo anche tu.

“Resisto a tutto fuorché alla tentazioni, celebrava una citazione famosa” e in effetti resistere al richiamo dei sapori e delle tradizioni locali non è cosa semplice.

Ogni viaggio diventa un’occasione per esplorare nuovi ingredienti, scoprire l’essenza di ricette segrete tramandate di generazione in generazione, l’opportunità di  incontrare chef appassionati che trasformano semplici ingredienti in vere opere d’arte gastronomiche.

E non pensare che la nostra passione per il cibo si esaurisca solo durante le ore dei pasti!

Per chi ama la cucina, ogni momento della giornata è un’occasione per gustare delizie.

Le colazioni a base di dolci tipici, magari accompagnate da una tazza di caffè o tè locale, sono un vero e proprio rito che ci fa iniziare la giornata con il piede giusto.

E non possiamo neanche negare che, ogni tanto, ci lasciamo tentare da qualche peccato di gola.

Chi può resistere a un gelato artigianale, magari preparato con ingredienti freschi e genuini?

O a una frittura croccante e profumata?

È inutile, il cibo è una gioia per i sensi e  siamo disposti a seguire il suo richiamo ovunque ci porti!

E così, tra un boccone e l’altro, scopriamo il mondo, conosciamo nuove persone e ci immergiamo in culture diverse.

La cucina diventa il nostro passaporto per l’avventura, ci apre le porte di case accoglienti e ci permette di stringere amicizie con persone speciali.

Insomma, per la food therapy non è solo una leva di marketing, ma una vera e propria filosofia di viaggio.

È un modo per connetterci con il territorio e con le persone che lo abitano, per scoprire il valore autentico delle tradizioni e delle eccellenze locali.

E così, cari viaggiatori golosi, vi lascio con un consiglio: quando organizzerete il vostro prossimo viaggio, non dimenticate di mettere al centro della vostra esperienza il gusto e il piacere della tavola.

Concedetevi il lusso di assaporare ogni singolo momento, di gustare piatti nuovi e sorprendenti, di vivere il viaggio con tutti i sensi.

Perché la cucina è molto più di una semplice attività quotidiana: è un’arte, è cultura, è passione.

E noi siamo pronti a lasciarci sedurre dalle sue mille sfumature in ogni angolo del mondo.

Buon viaggio a tutti e buon appetito!