In questo articolo, voglio condividere con voi il potere dell’inclusione nella cucina e come stiamo creando un ambiente accogliente per tutti coloro che desiderano sperimentare la cucina inclusiva.

La nostra cucina è un luogo in cui siamo fermamente convinti che ogni persona debba sentirsi benvenuta e supportata.

Ogni giorno, incontriamo persone con diverse abilità o esigenze alimentari e abbiamo fatto della nostra missione creare uno spazio che rispecchi la diversità dei nostri ospiti.

Intraprendiamo questo viaggio culinario con l’obiettivo di condividere gioia, cultura e sapore senza pregiudizi o limitazioni.

Nel nostro impegno per l’inclusione, abbiamo lavorato duramente per creare un ambiente accessibile sia fisicamente che emotivamente.

Abbiamo progettato il nostro spazio tenendo conto delle esigenze delle persone con diverse abilità, con strutture e disposizioni che consentono a tutti di muoversi liberamente e godersi l’esperienza culinaria senza barriere.

Abbiamo anche adottato una comunicazione chiara, inclusiva e rispettosa, assicurandoci che ogni ospite possa sentirsi compreso e accolto.

Ma la cucina inclusiva va oltre le restrizioni dietetiche e l’accessibilità fisica.

Si tratta di celebrare la diversità culturale e offrire un’esperienza autentica a tutti i nostri ospiti.

Le storie dei piatti che serviamo parlano di tradizioni culinarie provenienti da tutto il mondo, abbracciando una varietà di sapori, spezie e combinazioni uniche. Ogni piatto racconta una storia e ci dà l’opportunità di connetterci attraverso il cibo.

La formazione del nostro personale è un elemento fondamentale del nostro impegno per l’inclusione. I nostri chef e i membri del team sono costantemente formati sulle diverse esigenze alimentari, sulle allergie e sulla preparazione di piatti adattabili. Siamo orgogliosi del loro impegno a fornire un servizio attento e inclusivo, creando un’esperienza culinaria indimenticabile per tutti.

Il nostro prossimo obiettivo è quello di condividere esperienze e sorrisi, scoperte e storie di inclusione che lasciano ben sperare in un’accoglienza migliore. Vogliamo sempre più esplorare i sapori unici che si uniscono per creare un viaggio culinario che accoglie e abbraccia tutti.

L’idea è quella di rendere partecipe chi è completamente distante da questo tipo di accoglienza, dalle ricette che si adattano alle diverse esigenze alimentari e delle storie degli ospiti che hanno trovato nella cucina un luogo di appartenenza.

Siamo certi che troverete ispirazione, conoscenza e la gioia di scoprire che il cibo può veramente unire le persone e superare ogni barriera.

Insieme, possiamo costruire un mondo dove l’inclusione e la diversità culinaria siano celebrazioni quotidiane.

Ecco alcuni consigli su come rendere lo spazio all’interno della vostra struttura accessibile, sia fisicamente che emotivamente, per accogliere #tuttiatavola#nessunoescluso

 

  • Un ambiente accessibile

 

Creare uno spazio fisico che accoglie tutti. Le strutture devono essere progettate per essere accessibili a persone con diverse abilità, con ampie porte, rampe per le sedie a rotelle e un layout che facilita la circolazione. Creare un ambiente senza ostacoli fisici è il primo passo per garantire a tutti di sentirsi a proprio agio per vivere un’esperienza culinaria e di soggiorno (pavimenti non idonei, colonne, ostacoli nella sala, tavoli non dell’altezza giusta, potrebbero essere un problema)

 

  • Una comunicazione chiara

 

Riconoscerel’importanza di una comunicazione chiara e inclusiva.

Adottare una segnaletica e un menù con simboli universali e testi in formati leggibili, inclusi caratteri di dimensioni adeguate per le persone con problemi di vista, oppure la possibilità di avere testi di spiegazione per le pietanze per chi non può udire. Il personale va addestrato a comunicare in modo empatico e inclusivo, rispettando le diverse esigenze di comunicazione degli ospiti.

 

  • Opzioni per tutte, o quasi, le esigenze alimentari

 

Sappiamo che ogni persona ha esigenze alimentari uniche e dobbiamo essere pronti ad accoglierle. Cucina inclusiva offre un’ampia varietà di piatti adattabili, senza compromettere il gusto o la qualità. Abbiamo sviluppato ricette per diete vegetariane, vegane, senza glutine e altre esigenze specifiche, in modo che tutti possano gustare il nostro cibo con piacere e sicurezza, la scelta etico religiosa non è da meno, anche chi segue una dieta kosher o muslim friendly potrà assaggiare le stesse ricette con le attenzioni alle loro esigenze.

 

  • Formazione del personale

 

Il nostro team è costantemente formato sulle diverse esigenze alimentari e sulle modalità per offrire un servizio attento e inclusivo. Acquisire conoscenze sulle allergie alimentari, sulla gestione di situazioni speciali e sulla preparazione di piatti adattabili è fondamentale. Il nostro obiettivo è offrire un’esperienza culinaria di qualità che sia accessibile a tutti, nessuno escluso.

 

  • Ambiente accogliente ed empatico

 

Vogliamo che tutti si sentano a proprio agio attraverso cucina inclusiva. Creiamo un’atmosfera accogliente ed empatica, dove il rispetto per le diversità è la norma.

Promuoviamo una cultura di inclusione, incoraggiando il dialogo aperto e il sostegno reciproco tra il nostro personale e i nostri ospiti.

Vi invitiamo a unirvi a noi in questa avventura culinaria non, a seguire le nostre storie di cucina inclusiva e a condividere le vostre esperienze con noi.

Volete sentire raccontare il valore che Cucina Inclusiva può apportare al vostro hotel?
Vi aspetto dal vivo, in un evento straordinario offline il Beach & Love (www.nlove.it) con Salvatore Russo che si terrà a Milano Marittima il 14 luglio. Vi aspetto li.